Meteoclima

Portale di meteorologia e climatologia

Punto Madrigali (63)

“EVIDENZE DI EFFETTI MAREALI GRAVITAZIONALI SULLA CORRENTE A GETTO POLARE”

Introduzione ricerca scientifica sull’influenza del Tides sul Jet Stream

  1. H. Best Clive & R. Madrigali

Le variazioni di velocità e direzione del Jet Stream Polare influenzano direttamente le condizioni atmosferiche a livello mondiale, e nello specifico abbiamo esaminato gli effetti in tutta Europa e Nord America.Le variazioni del  Jet Stream  regolano e costruiscono lo sviluppo delle onde di Rossby planetarie (Dickinson, (1978)), influenzate  dalla variazione della forza di Coriolis con la latitudine. In questa ricerca scientifica  mostriamo che l'aumento delle maree atmosferiche indotte dalla variazione della forza gravitazionale (Tides) correlate alla variazione dell’orbita lunare e solare rispetto alla Terra, inducono delle interferenze sul fluido d’aria (Flusso troposferico) con  lo sviluppo di onde di Rossby ed effetti più marcati in maniera particolare durante i mesi invernali. Queste interferenze del Tides sul Jet Stream  cambiano la direzione e la velocità  del fluido d’aria, con effetti più o meno marcanti a seconda delle dimensioni delle onde, la loro propagazione e persistenza nel tempo. Questa modifica della variazione della corrente a getto della libera atmosfera viene misurata dalla Oscillazione Artica. la AO altro non è che la misura della variazione della pressione fra le latitudini artiche e le medio-alte latitudini, indotte dalla modifica di velocità e direzione del Jet Stream Polare, che nella sua limitazione in latitudine, delimita l’estensione del Vortice Polare.  Anche se le forze di marea orizzontali sono molto piccoli (107 più piccole della  gravità), esse agiscono su vaste aree interferendo e trascinando il flusso del Jet Stream  verso sud in impulsi regolari durante la rotazione della terra. La forza di Coriolis e la forza mareale interferiscono sul Jet Stream, provocando cambiamenti importanti atmosferici. In più va evidenziato  che le variazioni periodiche del Jet Stream erano già riportate in pubblicazioni scientifiche, citando di variazioni del fluido d’aria a cadenza mensile, con step settimanali. Questa cadenza risulta essere in correlazione evidente con il ciclo  lunare, poiché il periodo

La innovativa ricerca sulla scienza del clima/meteorologia è oramai validata mondiale dalla peer review pubblicata sulla rivista internazionale  IJEGE della Sapienza di Roma, e apre oramai al mondo una ricerca scientifica innovativa e rivoluzionaria che si palesa già rilevante nella osservazione del cambio drastico configurativo in arrivo nella prima decade di settembre.

Dopo l'arrivo del max gravitazionale vincolato al new moon del 1° di settembre, si avvia la propagazione di effetto sul flusso troposferico con formazione di onda di Rossby fra domenica 4 e lunedì 5 Settembre.

Jet Stream che si manifesterà con area ciclonica fredda dal nord Europa in ingresso dall'Europa centrale dal Nord, per poi inserirsi con decisione in aera italica, con la formazione di cut-off (onda stazionaria).

EVIDENCE OF A TIDAL EFFECT OF THE POLAR JET STREAM

Clive H. Best - Independent scientist
Roberto Madrigali - Independent scientist   

Con mia grande soddisfazione personale come  quella del mio collaboratore Dr.Clive Best in UK quale prestigioso climatologo e fisico inglese, posso finalmente divulgare che la ricerca sulla scienza del clima e la meteorologia sulla forza gravitazionale e il Jet Stream è ufficialmente ricerca scientifica mondiale, avendo avuto il secondo processo peer review "positivo" alla prestigiosa Università la Sapienza di Roma alla rivista internazionale IJEGE "Italian Journal of Engineering Geology and Environment".

La rivista è pubblicata con il contributo della Sapienza Università di Roma e sotto gli auspici della sezione italiana della International Association for Engineering Geology and the Environment (IAEG).

 

Italian Journal of Engineering Geology and Environment è inserito nei principali database di letteratura scientifica quali DOAJ (Directory of Open Access Journals - dal 2009) e SciVerse Scopus Elsevier (dal 2011 - vedi indici Journal Metrics della rivista), il più ampio database di abstract e citazioni relative a letteratura peer-reviewed.

Il link diretto alla ricerca scientifica pubblicata con esito positivo al processo peer review è questo link > IJEGE

Di seguito leggerete l'abstract in italiano della innovativa ricerca scientifica sulla forza gravitazionale Luna>Sole>Terra e la sua influenza mareale sul flusso Troposferico (JS), un prestigio mondiale di una ricerca nata in Italia che ha avuto subito l'interesse forte dall'UK con la collaborazione importante e prestigiosa di Clive Best e di seguito con l'apertura importantissima della titolata e importante Università mondiale per la ricerca quale la Sapienza di Roma Scienza della Terra.

lun saluto cordiale a tutti gli utenti, inizio nuovamente l'aggiornamento del portale meteoclima, dopo un periodo di fermo dovuto alla stesura della ricerca scientifica sul Tides/Jet Stream pubblicata in ACPD sotto prima peer review che ha dato un primo esito non favorevole della pubblicazione.

Comunque in questo primo processo di peer review l'esito è stato rilevante, poiché il paper "Observation of a tidal effect on the Polar Jet Stream " C. H. Best and R. Madrigali e' stato ammesso sulla rivista internazionale Atmospherics Chemistry and Physics e pubblicato per diversi mesi sul forum di discussione mondiale ACPD, insieme a tanti altri documenti internazionali di alto livello scientifico.

Rammento per tutti gli interessati al processo di revisione scientifica del  nostro paper, che attualmente risulta da tempo sotto nuova peer review anonima, e che sarà comunicato l'esito e la rivista scientifica autorizzata alla revisione del paper, solo a conclusione di tutto il processo di revisione.

La ricerca scientifica sul Tides/JS e le proiezioni dell’inverno 2015-16: Aspettiamoci un inverno marcato.

La ricerca scientifica sul Tides (forza mareale/gravitazionale) e il disturbo in propagazione sul Jet Stream (corrente a getto della libera atmosfera) sta  sempre più convincendo ricercatori scientifici internazionali e ultimamente con grande soddisfazione, si è finalmente aperta alla ricerca scientifica, anche l’università italiana.

Il Jet Stream è sempre stato poco considerato nella ricerca sulla scienza del clima e la meteorologia, e in questi ultimi decenni, la roboante causa ambientalista pro GW sui cambiamenti climatici legati all’aspetto antropico, ha per così dire “imbavagliato” ogni altra alternativa scientifica.

Naturalmente mi preme rimarcare che la nostra ricerca scientifica sul Tides ed effetti astronomici in propagazione sul Jet Stream, non mette in discussione l’importanza della ricerca sull’ambiente per la riduzione degli “agenti inquinanti” e del dissesto idrogeologico, ma pone in risalto l’urgenza di aprire ricerche alternative sul clima per studiare con nuove prospettive scientifiche i cambiamenti climatici.

Come la ricerca scientifica sulla Corrente a getto e il Tides stia mettendo in crisi il dogma del AGW e il catastrofismo sfrenato.

La ricerca climatica è una scienza seria che dovrebbe avere risposte e studi scientifici pluralisti, dando spazio ad analisi e studi costanti a più soluzioni alternative, che dovrebbe portare l’essere umano a trovare nuove vie riguardo le conoscenze scientifiche sulla scienza del clima e la meteorologia.

Ma ecco che è nata l’equazione “inquinamento” , un dogma pseudoscientifico nato dal sodalizio fra ambientalisti e una parte del mondo scientifico, una equazione eccezionale quanto formidabile per la causa ecologista, che si è trovata fra le mani, un’arma straordinaria: lo sconvolgimento del clima e del Pianeta.

L’equazione inquinamento= surriscaldamento=sconvolgimento del clima, ancor prima che per concreti fondamenti scientifici è diventata rapidamente un dogma incontestabile, proprio perché straordinariamente funzionale alla causa ecologista.

Sembra di essere ritornati al tempo del grande Galileo, dove la scienza astronomica fu imbavagliata e bloccata da altri poteri importanti, a quel tempo di ordine religioso; un altro possente dogma che stava bloccando l’intercedere naturale del processo scientifico mondiale.

Chi vi scrive ha un “grande” rispetto per l’ambiente ed è facilmente osservabile nella lettura del mio libro scientifico sul clima, dove ho dato ampio spazio alla causa ecologista , ma rimarco anche un forte rispetto per la scienza del clima,sopraffatta dall’eco roboante della causa ambientalista.

Ricerca sul Tides/Jet Stream

Evoluzione sul picco Tides del primo di Settembre e tendenza per il successivo picco del 13/14 settembre 2015

Conferme sul periodo di cambio del Jet Stream con ciclo di 28gg vincolato al mese sinodico (moto lunare) con movimenti del flusso significativi ad ogni settimana, con step importanti nelle 2>4 settimane, correlate al new Moon e full Moon. Per approfondimenti sulla ricerca, consultare la pubblicazione internazionale "Observation of Tidal effect on the Polar Jet Stream"

 
 
 
 
Atmospheric Chemistry and Physics
 
 
Atmos. Chem. Phys. Discuss., 15, 22701-22713, 2015
www.atmos-chem-phys-discuss.net/15/22701/2015/
doi:10.5194/acpd-15-22701-2015
© Author(s) 2015. This work is distributed
under the Creative Commons Attribution 3.0 License.
Research Article
25 Aug 2015
Review Status
This discussion paper is under review for the journal Atmospheric Chemistry and Physics (ACP).

Observation of a tidal effect on the Polar Jet Stream
C. H. Best1 and R. Madrigali2
1Independent Scientist, Huntingdon, UK
2Independent Scientist, Grosseto, Italy

Abstract. Variations in the Polar Jet Stream directly affect weather across Europe and North America (Francis et al., 2012). Jet Stream dynamics are governed by the development of planetary Rossby waves (Dickinson, 1978) driven by variation of the Coriolis force with latitude. Here we show that increasing atmospheric tides induce the development of Rossby waves, especially during winter months. This changes the flow and direction of the Jet Stream, as measured by the Arctic Oscillation (AO). Although horizontal tidal forces are tiny (107 smaller than gravity), they act over huge areas dragging the Jet Stream flow southwards in regular pulses as the earth rotates. This induces a changing Coriolis torque, which then distorts the Jet Stream flow. The data from eight recent winters are studied indicating that the AO is anti-correlated to the horizontal "tractional" component of tides acting between latitude 45 and 60° N. The observed 28 day cycle in Jet Stream flow and extent has a statistical significance > 99 %. A cross-correlation between all daily AO data since 1950 and the tractional tidal strength shows a significant anti-correlation with a lag time of ~ 5 days. The strongest correlation and largest excursions of the AO are observed during winter 2005/2006 – a maximum lunar standstill year. This declination dependence of tidal forces at high latitudes is the proposed cause of many previous reports of an 18.6 year dependence of continental rainfall and drought.

Citation: Best, C. H. and Madrigali, R.: Observation of a tidal effect on the Polar Jet Stream, Atmos. Chem. Phys. Discuss., 15, 22701-22713, doi:10.5194/acpd-15-22701-2015, 2015.

In arrivo una prima seria crisi per l’estate meteorologica: comanda sempre la Luna e il Jet Stream

 

Vi ricorderete sicuramente dei proclami dei mass media inneggianti poco tempo fa, ad una esplosione estiva dirompente con caldo e stabilità che sarebbe dovuta durare quasi tutta l’estate, con valori di temperature sempre più roventi.

Come sempre la solita esaltazione climatica mirata ad enfatizzare la storiella fantasiosa del GW antropico, che tanti soldi mondiali e nazionali sta bruciando inutilmente per una ricerca sul clima infruttuosa e priva di rigore scientifico.

L’ambiente va sempre distinto dal clima e non possono assolutamente interferire. IL clima ha le sue regole del tutto indipendenti dal problema ambientale e il rigore scientifico sul clima e la meteorologia va affrontato al di fuori dell’aspetto antropico

Per capire il grande errore (voluto?) delle comunità scientifiche mondiali legate all’IPCC, seguite e amplificate a dismisura anche dalle comunità scientifiche nazionali, basta fare un minimo di riflessione osservando il clima del passato.

In arrivo una diminuzione termica poderosa e neve sulle Alpi fra venerdì e sabato, con temporali e precipitazioni diffuse da nord a Sud.

 

La situazione atmosferica sta evolvendo verso un energico peggioramento sull’Italia, in ingresso per la giornata di venerdì, che provocherà un coinvolgimento atmosferico anche per buona parte del sabato, per poi concludersi gradualmente dal Centro-Nord per domenica 17 Maggio.

Il Jet Stream , il dominus dei cambiamenti climatici mondiali, dopo aver enfatizzato una nuova invadenza di aria calda dal NordAfrica prevista al suo culmine in questi prossimi due giorni del 13/14 maggio, tenderà a trasportare una massa di aria fredda oceanica in piena area italica.

Questa incursione peggiorativa del flusso troposferico con annessa aria polare, si scatenerà con un onda di Rossby aperta in successiva chiusura a Cut-off, nelle giornate del venerdì 15 e 16 maggio, scatenando piogge e temporali localmente forti, e crollo termico  di oltre 15°.

Addiruttura lo zero termico sarà previsto sulle Alpi a quote prossime ai 1300mt con la +4° sempre a 1300mt prevista in ingresso in Appennino centrosettentrionale, ma anche il Sud non sarà di certo risparmiato dal peggioramento repentino più autunnale che primaverile, che distribuirà freddo e piogge diffuse anche di forte intensità.

Supporta MeteoClima.net

Donate using PayPal
Amount:
Un tuo piccolo contributo volontario sulla diffusione della ricerca sul scienza del clima e della meteorologia. Grazie ;)

Libro Sulla Tesi Madrigali e Scoperta Rivoluzionaria

Osservatorio Astronomico di Grosseto

Energia & Clima

Clima/Glaciologo-geologo