Meteoclima

Portale di meteorologia e climatologia

Domenica, 13 Novembre 2016 00:00

Arriva il supermoon del 14/15 Novembre che mancava da 60 anni In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Arriva il supermoon del 14/15 Novembre 2016 che mancava da 60 anni

Oramai la ricerca sul Tides/Jet Stream è ufficialmente unica a livello mondiale, con il processo peer review validato dalla rivista internazionale della sapienza di Roma.

La forza gravitazionale molto importante nell’universo, era impensabile che non influisse anche su un minuscolo pianeta come il nostro, ed era altrettanto improbabile che non influisse anche a livello meteorologico e climatico.

Il principio astronomico applicato alla nostra ricerca è facile da intuire, una forza poderosa gravitazionale generata da un calcolo orbitale variabile dalla posizione della Terra e la Luna nei confronti del Sole, con probabili interferenze anche dei giganti gassosi Giove e Saturno.

Questa forza risultante gravitazionale che interagisce con il fluido d’aria immenso che avvolge il Pianeta a livello Troposferico, generando disturbi rilevanti nel movimento della corrente a getto (Jet Stream) innescando onde di Rossby e penetrazioni importanti del fluido verso sud.

Tutta questa variazione nella dinamica dell’atmosfera, va ad innescare i movimenti di pressione dalla quota al suolo, con propagazione di effetto che va ad incidere sulle tele connessioni, come la Artic Oscillation.

IL 14/15 novembre 2016 si verifica il supermoon con minimo avvicinamento della Luna alla Terra, come non si verificava da 60 anni, e questo genererà senza ombra di dubbio una notevole interferenza sul jet Stream, con innesco di profonde onde di Rossby

 

Risulta già osservabile nella grafica della AO un rapido aumento positivo con successiva ricaduta dei valori a numeri negativi in rapida discesa dopo il picco del Tides, confermando una propagazione di effetto sul jet Stream con formazione di onde di Rossby e spostamenti di masse d’aria importanti.

Per concludere, aspettiamoci variazioni importanti atmosferici in propagazione verso il 18/20 del mese in area Europa, con incidenza del Jet Stream verso le basse latitudini per significative invadenze del getto polare, palesato dalla proiezione della AO verso valori negativi.

Sicuramente avremo significativi peggioramenti atmosferici anche verso l’area italica, con trasporto di masse d’aria anche molto fredde che potranno essere più o meno esaltate dalla precisa disposizione dell’asse della saccatura protesa verso sud che favorirà una sicura presenza di precipitazioni abbondanti nevose sui rilievi con situazione termiche invernali.

Roberto Madrigali

Ricercatore indipendente clima e meteorologia

 

 

Letto 939 volte

Supporta MeteoClima.net

Donate using PayPal
Amount:
Un tuo piccolo contributo volontario sulla diffusione della ricerca sul scienza del clima e della meteorologia. Grazie ;)

Libro Sulla Tesi Madrigali e Scoperta Rivoluzionaria

Osservatorio Astronomico di Grosseto

Energia & Clima

Clima/Glaciologo-geologo

WORLD METEOROLOGY AND CLIMATE