Meteoclima

Portale di meteorologia e climatologia

Domenica, 20 Ottobre 2013 16:05

IL FUTURO DELLA TERRA E’ SCRITTO NELLA LUNA-un libro rivoluzionario In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(6 Voti)

IL FUTURO DELLA TERRA E’ SCRITTO NELLA LUNA

Un libro rivoluzionario

Un’affascinante ricerca scientifica fuori degli schemi che smentisce il dogma del Global Warming

spiega il reale funzionamento della Grande macchina climatica terrestre

annuncia il rischio concreto di un’imminente nuova Era glaciale

ammonisce  l’umanità a rispettare l’ambiente e la forza superiore della Natura

 

Stiamo davvero correndo verso il surriscaldamento senza ritorno? Davvero l’inquinamento industriale sta cambiando il clima sulla Terra fino a determinare lo scioglimento dei ghiacci eterni, l’innalzamento degli  oceani e un’irreversibile catastrofe? Davvero il destino del Mondo è segnato dal Global Warming?

Roberto Madrigali, meteoclimatologo “di provincia”, affiancato da un’équipe di autorevoli studiosi e sostenuto da un’impressionante mole di evidenze scientifiche, è convinto di no. E dopo anni di ricerche semiclandestine, suffragate dai fatti ma ignorate da una grossa fetta della comunità scientifica internazionale, mette nero su bianco risultati e prospettive del suo lavoro in un libro che chiunque consideri il  dubbio cartesiano il motore  dell’umana conoscenza dovrebbe leggere con attenzione.(segue testo)

 

Un libro che può rifondare una scienza, la climatologia, e con essa scrivere una pagina nuova _  sorprendente ma non rassicurante _ per l’umanità intera.  Perché esso nega all’uomo il potere di intervenire _  in qualsiasi modo _   sulle variazioni climatiche planetarie, restituendo questo potere alla Natura. E così facendo nega efficacia scientifica anche alla teoria del Global Warming: i gas venefici  emessi nell’aria uccidono, inquinare è un attentato al futuro di ogni essere vivente, ma tutto questo nulla  ha a che vedere con le mutazioni del clima sulla Terra. Un pianeta  al quale la Natura semmai oggi destina una nuova e ormai prossima era glaciale.

“Il futuro della Terra è scritto nella Luna” è la sintesi divulgativa di un viaggio intrapreso molto tempo fa. Già alla fine del secolo scorso, quando giungeva al suo apice un ventennio  particolarmente caldo segnato da forti arretramenti dei ghiacci e dall’avanzamento di aree aride in tutto il Pianeta. Ambientalisti e scienziati  lanciarono l’ipotesi ragionevole e plausibile che il fenomeno fosse legato all’inquinamento antropico, anch’esso al suo apice storico proprio in quegli anni. L’ipotesi divenne presto dogma, e ancora oggi questo è il pensiero unico e non discutibile. Anche a dispetto di  molti fatti  eclatanti, recenti o antichissimi, che lo contraddicono palesemente.

Madrigali ne elenca alcuni, clamorosi, eppure curiosamente  “trascurati” dai media internazionali. Leggendo questo libro si scoprirà per esempio che ormai da anni il pack antartico è di nuovo in forte espansione e il pack artico ha smesso di arretrare.  Idem i ghiacciai dell’Himalaya o quello mediterraneo del Gran Sasso, in ottima salute come certifica sul campo il team Meteo Mundi. Nell’ultimo quinquennio si moltiplicano i record storici di freddo nelle zone più impensate del Pianeta, piagando società pur avanzate come quelle di Stati Uniti,  Russia e Centro Europa. Mentre la stessa Wmo mette in dubbio la credibilità di temperature medie globali rilevate da centraline meteo poco affidabili.  

Ma non solo. Dal passato, prossimo e remoto, affiorano dubbi ancora più intriganti. Il riscaldamento antropico come può spiegare quel che accadde settemila anni fa, quando un ciclo caldissimo sciolse davvero i ghiacciai, alzando i mari di oltre 4 metri e trasformando il più grande dei giardini nel deserto del Sahara? E chi ricorda che negli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso i climatologi imputavano all’inquinamento industriale il presunto raffreddamento globale in atto in quel periodo?

A queste contraddizioni, a questi interrogativi risponde la Teoria Madrigali. Spinto da un’intuizione straordinaria, Roberto Madrigali  non si allinea alla corrente teorica prevalente ma ne segue _ da subito e da solo _ una alternativa. Una corrente vera e propria, la corrente a getto (Jet Stream) che sin dalla notte dei tempi  circola nella troposfera spostando le masse d’aria calda o fredda da una parte all’altra del globo terrestre. E’ questo flusso, con le sue variazioni di direzione e intensità, che _ secondo Madrigali _ da sempre determina i mutamenti meteoclimatici in ogni angolo del Pianeta.  Dopo aver verificato l’efficacia di questo modello teorico nell’interpretazione pratica del presente e nelle previsioni meteo a breve-media gittata, Madrigali lo ha applicato alle mutazioni climatiche, anche violente, che ciclicamente si sono succedute nella storia della Terra. Scoprendo che anche queste hanno sempre obbedito ai “capricci” del Jet Stream  e alle sue mutevoli configurazioni.

Ma se i comportamenti della corrente a getto determinano l’andamento climatico terrestre nel tempo e nello spazio, cosa determina i comportamenti della corrente a getto? La risposta a questa domanda è ciò che può spalancare all’uomo il potere non di influire sul clima, e dunque di dominare la Natura, ma di conoscerne i meccanismi generativi. E dunque di prevederne le mosse con larghissimo anticipo.

La chiave di volta di questo mistero decisivo è l’ultimo, eccezionale approdo delle ricerche di Madrigali e del suo team. Il “metronomo”, ciò che regola il comportamento del Jet  Stream, è la Luna, la cui forza gravitazionale _ in un complesso gioco di forze vettoriali  in equilibrio tra Terra e Sole _ “stira” o “increspa” il flusso d’aria secondo dinamiche cicliche brevi o millenarie. Sovrapponendo i “movimenti” lunari, prevedibili da qui a migliaia di anni, a quelli da essi dipendenti  della corrente a getto, sarà possibile prevedere le oscillazioni climatiche globali da qui a un futuro remoto.

E magari sapere in anticipo quando entrerà la prossima era glaciale, che _ stando ai calendari climatici degli ultimi milioni di anni, sempre precisi come orologi svizzeri _ si annuncia vicinissima, con tutte le sue terribili conseguenze per la vita sulla Terra. Un appuntamento devastante, al quale l’umanità potrà sopravvivere solo cominciando a preparare la difesa in largo anticipo.

Per questo “Il futuro della Terra è scritto nella Luna”. Roberto Madrigali, con il prezioso contributo dell’esploratore Davide Peluzzi, il team Explora e col sostegno di autorevoli luminari, in queste pagine conduce il lettore in un viaggio affascinante, in un linguaggio semplice, godibile, ricco di spunti, di fatti sorprendenti e di curiosità spiazzanti. Chiedendo infine, con l’umiltà del vero uomo di scienza, che la sua teoria venga almeno sottoposta all’attenzione priva di pregiudizi della comunità scientifica internazionale.

Un libro da leggere tutto d’un fiato, non fosse altro che per il piacere di osservare il destino del Mondo da un punto di vista diverso da quello del pensiero (oggi) dominante. 

 

“Il futuro della Terra è scritto nella Luna”

Autore: Roberto madrigali

Editore: Aracneeditrice

Prezzo: cartaceo 12 euro- digitale 7,20 euro

Modalità di acquisto : direttamente alla casa editrice, rete di vendita o nelle migliori librerie

http://www.aracneeditrice.it/aracneweb/index.php/catalogo/9788854864009-detail.html

http://www.aracneeditrice.it/aracneweb/index.php/rete-vendita.html

Letto 8665 volte Ultima modifica il Venerdì, 01 Novembre 2013 16:57

Supporta MeteoClima.net

Donate using PayPal
Amount:
Un tuo piccolo contributo volontario sulla diffusione della ricerca sul scienza del clima e della meteorologia. Grazie ;)

Libro Sulla Tesi Madrigali e Scoperta Rivoluzionaria

Osservatorio Astronomico di Grosseto

Energia & Clima

Clima/Glaciologo-geologo